“Uno spazio buono è uno spazio in cui un bimbo si riconosce”

D. Winnicott

Le sezioni della nostra scuola,caratterizzate soprattutto da una grande luminosità , famigliari, calde ed accoglienti, sono pensate e organizzate dal punto di vista architettonico per favorire le relazioni e le interazioni tra bambini ed adulti, le esplorazioni e gli apprendimenti.

Dato che la cura dello spazio, la scelta di arredi e di materiali influenzano fortemente i processi di apprendimento e di socializzazione,  abbiamo  deciso di realizzare  la nostra struttura secondo i principi della bioarchitettura (coibentazione, illuminazione diretta, vernici ad acqua…).

Anche la scelta degli arredi è stata fatta con attenzione, selezionando aziende leader nell’arredamento di ambienti per l’infanzia puntando sull’estetica, sui cromatismi e sulla polifunzionalità che alcuni moduli all’avanguardia offrono.

Riteniamo che l’attenzione per gli spazi sia un aspetto fondamentale a supporto dell’attività pedagogica e pertanto abbiamo curato ogni più piccolo dettaglio:così nella sede di viale Liegi nell’ ambiente “The enchanted forest”, le mensole della libreria sembrano  i rami di un albero,i portamatite sono veri piccoli tronchi, perfino il tappeto riproduce un tronco e le lampadine sembrano piccoli omini che si arrampicano sull’albero.

Nell’ambiente “Under the sea“, c’è un grandissimo acquario con molti pesci, reti da pesca attaccate alle pareti, una vera piccola barca in legno dove i bimbi si sdraiano su morbidi cuscini per sfogliare un libro, e un vero grande funzionante faro in legno!

La sede di via Adelaide Ristori è caratterizzata da ambienti che rispecchiano in pieno la filosofia del Reggio Approach.

Gli spazi interni ed esterni  sono pensati e organizzati in forme interconnesse che favoriscono le interazioni, le autonomie, le esplorazioni, la curiosità e la comunicazione e si offrono come luoghi di convivenze e ricerche per i bambini e per gli adulti.
L’ambiente interagisce, si modifica e prende forma in relazione ai progetti e alle esperienze di apprendimento dei bambini e degli adulti e in un costante dialogo tra architettura e pedagogia.
La cura degli arredi, degli oggetti, dei luoghi di attività da parte dei bambini e degli adulti è un atto educativo che genera benessere psicologico, senso di familiarità e appartenenza, gusto estetico e piacere dell’abitare.

La rotazione delle stanze

La ratio di questa peculiare strutturazione è quella di stimolare in maniera energica le motivazioni e l’interesse del bambino tramite l’allestimento di ambienti differenti nei quali trascorrere la quotidianità al nido.

I bimbi pertanto non trascorrono la loro giornata e il loro anno scolastico all’interno di un’unica stanza,ma si spostano tra i nostri diversi ambienti, ognuno dotato di peculiari virtù formative.