Desideriamo offrire ai bambini una proposta socio educativa all’avanguardia, il Reggio Approach, che valorizzi le potenzialità e gli apprendimenti di ognuno, che si basi sul concetto di ascolto attivo tra bambino, educatore e genitore, che esprima di conseguenza i diversi punti di vista articolandosi in una molteplicità di occasioni per promuovere il dialogo, la riflessione e il senso di appartenenza al gruppo.

Il Reggio Approach è conosciuto come uno dei migliori metodi educativi al mondo e viene studiato nelle più prestigiose Università italiane e straniere (tra cui Harvard).

Nasce nei nidi e nelle scuole di infanzia di Reggio Emilia e si ispira alle teorie e alle idee di Loris Malaguzzi, il quale affermava che i bambini sono dotati di straordinarie capacità di apprendimento, di molteplici risorse affettive, relazionali, intellettive, che si esplicitano in uno scambio continuo, culturale e sociale. Ogni bambino è portatore di diritti e porta con sé il valore della propria identità che è unica e irripetibile, delle differenze dei propri tempi di sviluppo e di crescita. Un bambino “ecologico” verso gli altri e l’ambiente, costruttore delle proprie esperienze a cui è capace di attribuire senso e significato.

Il bambino possiede “100 linguaggi” da intendersi come pluralità di risorse, di ricchezze, di capacità di capire, di incontrare l’altro, intrecciando dimensioni “esperienziali”. I 100 linguaggi quindi come metafora delle potenzialità dei bambini che prendono vita attraverso una “tastiera di opportunità” che adulti e bambini devono saper costruire.

IL BAMBINO COMPETENTE

Il nostro nido e la nostra scuola dell’infanzia lavorano sulla valorizzazione dei diversi modi di esprimersi, di pensare, di capire di ognuno sia a livello verbale che non verbale (teoria delle intelligenze multiple di H. Gardner).

Quando parliamo di bambino competente ci riferiamo ad una persona in grado di relazionarsi con gli altri anche senza la costante mediazione dell’adulto, una persona capace di ricerche molto interessanti e approfondite, una persona ricca di innumerevoli potenzialità, competenze e linguaggi.

…”Il bambino ha
cento lingue
cento mani
cento pensieri
cento modi di pensare
di giocare e di parlare
cento sempre cento
modi di ascoltare
di stupire di amare
cento allegrie
per cantare e capire
cento mondi
da scoprire
cento mondi
da inventare
cento mondi
da sognare…”

            Loris Malaguzzi